Marzia Bolpagni lavora a Londra presso Mace in qualità di consulente responsabile di strategie digitali per il settore delle costruzioni. Laureata con lode in Ingegneria Edile presso l’Università degli Studi Di Brescia, possiede un Dottorato di ricerca presso il Politecnico di Milano. In passato si è occupata di Building Information Modelling unendo attività di ricerca a quelle professionali lavorando in Italia, Finlandia e America.

E’ impegnata in diverse iniziative di estrema rilevanza a livello internazionale, europeo e nazionale. Dal 2016 è Vice Editrice del BIM Dictionary coordinando più di 100 volontari e si occupa della traduzione italiana. E’ a capo del gruppo europeo (CENTC442) sulla standardizzazione dei Livelli di Fabbisogno Informativo lavorando con esperti provenienti da 11 Paesi e, come esperto UNI, coordina il relativo tavolo italiano. In Inghilterra è ambasciatrice dell’UK BIM Alliance e collabora con il Centre for Digital Built Britain, responsabile del programma strategico di digitalizzazione inglese.

Nel 2017, l’Associazione degli Ingegneri Italiani le ha assegnato il Woman Ingenious Award per il suo lavoro sul BIM a livello internazionale. Nel 2019, è stata selezionata come miglior donna nel settore dell’innovazione digitale promosso da WICE Women in Construction and Engineering Awards. Sempre nello stesso anno, tra più di 6mila dipendenti, ha vinto il prestigioso premio Star Awards nella categoria “Innovation and Service Excellence” e il suo team ha vinto il premio “Building Awards” come miglior iniziativa BIM dell’anno.

Nel 2019 ha fondato Italians in Digital Transformation UK con lo scopo di riunire esperti di innovazione digitali con spirito collaborativo. E’ iscritta all’Ordine degli ingegneri di Brescia.

Leggi l’intervista