Descrizione Progetto

Professoressa di Astrofisica, Dipartimento di Fisica, Università della Calabria

L’astrofisica cosentina Sandra Savaglio, dopo il dottorato in fisica all’Università della Calabria, è  stata Fellow and Senior Research Scientist presso lo European Southern Observatory (Monaco di Baviera), la Johns Hopkins University e lo Space Telescope Science Institute (Baltimora). Per la sua ricerca utilizza i più potenti telescopi ottici, infrarossi e ultravioletti (Very Large TelescopeHubble Space TelescopeSpitzer Space Telescope, Sandra SavaglioHerschel).  
Specializzata nell’astrofisica delle galassie distanti, dell’arricchimento chimico dell’universo e dei fenomeni esplosivi, vanta oltre centoventi pubblicazioni in riviste internazionali, in qualità di autrice o coautrice.

Nel 2004 appare sulla copertina della rivista americana Time come simbolo della fuga di cervelli europei negli Stati Uniti. Nel 2006 pubblica insieme a Mario Caligiuri un libro-denuncia sul mondo della ricerca in Italia.

Ha lavorato in Germania, all’Istituto Max-Planck per la Fisica Extraterrestre, nel Polo europeo di maggiore valore nel campo dell’astrofisica. Ha insegnato Astrofisica alla Johns Hopkins University a Baltimora e all’Università Tecnica a Monaco di Baviera, attualmente insegna all’Università della Calabria.

Il contributo video

Sandra Savaglio Interview (Extreme Universe Laboratory, SINP MSU)
Fonte: Extreme Universe

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

Le interviste

L’articolo

«Lascio il Max Planck e torno nella mia Calabria. Da noi ci sono migliori risorse umane»
L’astrofisica Sandra Savaglio era finita sulla copertina di Time come simbolo della fuga dei cervelli
Fonte: corriere.it/scuola