Courtesy Fondazione Bracco, credits Gerald Bruneau

Tiziana Catarci dal novembre 2000 è Professoressa Ordinaria di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni presso il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale “Antonio Ruberti” della Sapienza Università di Roma, di cui è direttrice dal novembre 2018. Dal 2014 al 2020 è stata direttrice del Centro Interuniversitario sull’Elaborazione Cognitiva in Sistemi Naturali e Artificiali (ECONA) e dal 2015 al 2018 del Centro Sapienza Design Research. Dal 2009 al 2014 è stata presidente del Centro InfoSapienza. Dal 2010 al 2014 è stata prorettrice per le Infrastrutture e le Tecnologie della stessa università. Inoltre, dal luglio 2015 al giugno 2017 è stata Presidente di Kion S.p.A., società del gruppo CINECA, di cui è stata Consigliere di Amministrazione dal 2011 al 2017.

L’attività di ricerca di Tiziana Catarci si è concentrata sin dai suoi esordi nei settori dell’interazione persona-calcolatore e delle basi di dati, e in particolare nell’intersezione tra queste due aree di ricerca. Negli ultimi anni si è interessata a etica e Intelligenza Artificiale, essendo anche tra i soci fondatori di SIPEIA, società italiana per l’etica dell’intelligenza artificiale. Su queste tematiche ha pubblicato oltre 200 articoli in prestigiose riviste e conferenze internazionali e scritto o editato più di 20 libri. Nel 2003 Tiziana Catarci è stata vincitrice dell’IBM Eclipse Innovation Award per il progetto SEAWER. Nel 2014 è stata la prima candidata donna alla carica di Rettore nella secolare storia della Università la Sapienza. Nel 2015 ha ricevuto l’onorificenza di Commendatore della Repubblica Italiana. Nel 2016, è stata invitata a far parte della prestigiosa European Academy of Sciences and Arts, e sempre nel 2016 è stata una delle 100 ricercatrici invitata a far parte del progetto “100 Donne per la Scienza” – http://www.100esperte.it/ – sponsorizzato dalla fondazione Bracco. Nel 2017 ha ricevuto il premio della associazione Rita Levi Montalcini per la “diffusione della cultura scientifica tra le giovani generazioni”. Dal Giugno 2017 è Editor-in-Chief del prestigioso ACM Journal of Data and Information Quality. Nel 2018 è stata scelta per far parte delle “InspiringFifty”, https://italy.inspiringfifty.org/ , 50 donne che fanno da role model nel mondo della tecnologia, a cui si ispirano donne (e uomini) più giovani come punto di riferimento per le loro ambizioni. Nel 2018 è stata nominata fellow della EAI – European Alliance for Innovation.

Infine, Tiziana Catarci è molto attiva nella lotta contro le disparità di genere e nella promozione delle discipline STEM tra le studentesse tramite progetti dedicati a livello scolastico e universitario e agendo come role-model per varie iniziative tra cui “Inspiring Girls” (http://www.inspiring-girls.it/).

Leggi l’intervista